PREGHIAMO PER IL NOSTRO PAPA FRANCESCO NEL 50° ANNIVERSARIO DELLA SUA ORDINAZIONE SACERDOTALE (13 DICEMBRE 1969-2019)

E NEL SUO 83° COMPLEANNO (17 DICEMBRE)

PAPA FRANCESCO: «LASCIARSI COLPIRE DALLA REALTÀ»

IL PAPA RICHIAMA UNA POSIZIONE DECISIVA PER SEGUIRE QUELLO CHE IL SIGNORE OPERA SENZA RIPIEGARSI NEL PREGIUDIZIO IDEOLOGICO: “LASCIARSI COLPIRE DALLA REALTÀ”, POICHÉ IN ESSA “IL SIGNORE CI PARLA”.

Ai redattori di “Aggiornamenti sociali”, 6 dicembre.

         Ascoltare è lasciarsi colpire dalla realtà. […] L’ascolto dev’essere il primo passo, ma bisogna farlo con la mente e il cuore aperti, senza pregiudizi. Il mondo dei pregiudizi, delle “scuole di pensiero”, delle posizioni prese fa tanto male… Oggi, per esempio, in Europa stiamo vivendo il pregiudizio dei populismi, i Paesi si chiudono e tornano le ideologie. […] Perché non si ascolta la realtà com’è. C’è una proiezione di quello che io voglio che si faccia, che io voglio che si pensi, che ci sia... […] Ma la realtà è un’altra cosa. La realtà è sovrana. […] E io devo dialogare con la realtà. […] Ascoltare e dialogare, non imporre strade di sviluppo, o di soluzione ai problemi. Se io devo ascoltare, devo accettare la realtà come è, per vedere quale dev’essere la mia risposta. E qui andiamo al nocciolo del problema. La risposta di un cristiano qual è? Fare un dialogo con quella realtà partendo dai valori del Vangelo, dalle cose che Gesù ci ha insegnato, senza imporle dogmaticamente, ma con il dialogo e il discernimento. […] Se voi partite da preconcetti o posizioni precostituite, da pre-decisioni dogmatiche, mai, mai arriverete a dare un messaggio. Il messaggio deve venire dal Signore, tramite noi. Siamo cristiani e il Signore ci parla con la realtà, nella preghiera e con il discernimento. […] Oggi non ci sono “autostrade” per l’evangelizzazione, non ce ne sono. Soltanto sentieri umili, umili, che ci porteranno avanti.

 

© Copyright Parrocchia di san Girolamo Diocesi di Rimini