archivio Papa Francesco, letture consigliate e articoli 

LAICI, CIOÈ UOMINI, NON PRETI MANCATI.

Mi raccomando, per favore: non clericalizzate i laici. I laici sono laici. Io ho sentito, nella mia precedente diocesi, proposte come questa: “Signor vescovo, io nella parrocchia ho un laico meraviglioso: lavora, organizza tutto… lo facciamo diacono?”. Lascialo lì, non rovinargli la vita, lascialo laico. E, a proposito dei diaconi: i diaconi tante volte soffrono la di clericalismo, si sentono presbiteri o vescovi mancati… No! Il diacono è il custode del servizio nella Chiesa. Per favore, non tenete i diaconi sull’altare: che facciano i lavori fuori, nel servizio. Se devono andare in missione a battezzare, che battezzino: va bene. Ma nel servizio, non fare i sacerdoti mancati (Ai Vescovi del Madagascar, 7 settembre).

Leggi tutti gli interventi di Francesco durante il Viaggio Apostolico in Mozambico, Madagascar e Maurizio:

PAPA FRANCESCO IN MOZAMBICO: OCCORRE UN INCONTRO CON CRISTO OGGI PER NON PIETRIFICARSI E MUMMIFICARSI

     Siamo chiamati ad affrontare la realtà così com’è. I tempi cambiano e […] possiamo sognare le “cipolle d’Egitto” (cfr. Nm 11,5), dimenticando che la Terra Promessa si trova davanti, non dietro, e in questa nostalgia dei tempi passati ci andiamo pietrificando, ci andiamo “mummificando”. […] Invece di professare una Buona Notizia, quello che annunciamo è qualcosa di grigio che non attira né accende il cuore di nessuno.  A volte senza volerlo, senza colpa morale, ci abituiamo a identificare la nostra attività quotidiana di sacerdoti, religiosi, consacrati, laici, catechisti, con determinati riti, con riunioni e colloqui, dove il posto che occupiamo nella riunione, alla mensa o in aula è gerarchico. […] Ritornare a Nazareth, ritornare in Galilea può essere la via per affrontare la crisi d’identità. Gesù ci chiama, dopo la sua risurrezione, a ritornare in Galilea, per incontrarlo.

PAPA FRANCESCO: IL TESTIMONE È IL PROLUNGAMENTO DI CRISTO NELLA STORIA

Il testimone lascia che sia un Altro a manifestarsi: che sia il Cristo vivo e operante! Il testimone, infatti, è colui che manifesta Cristo, sia con le parole sia con la presenza corporea, che gli permette di relazionarsi e di essere prolungamento del Verbo fatto carne nella storia.   Leggi il testo integrale della Catechesi di Francesco nell’Udienza generale del 28 agosto 2019

© Copyright Parrocchia di san Girolamo Diocesi di Rimini