PARROCCHIA  DI   SAN GIROLAMO

DIOCESI DI RIMINI








 ultimo aggiornamento:  14 agosto 2022

MEETING - RIMINI - 2022



La 43ma edizione del Meeting per l’amicizia fra i popoli si terrà nella Fiera di Rimini da sabato 20 a giovedì 25 agosto.

Il titolo è “Una passione per l’uomo”. 

La Santa Messa verrà celebrata domenica 21 agosto alle 11.00 nell’auditorium della Fiera e sarà presieduta dal Presidente della CEI cardinale Matteo Maria Zuppi, tra i concelebranti anche il vescovo di Rimini monsignor Francesco Lambiasi.

Sempre il cardinale Zuppi nello stesso luogo alle 15.00 di domenica 21 terrà l’incontro di presentazione del titolo del Meeting.

Qui trovi il programma completo

Per gli aggiornamenti e ogni altra informazione

Beata SANDRA SABATTINI: "io scelgo te, Signore, e basta!"

(n.19.08.1961 - m.02.05.1984) - Giovane ragazza dell'Associazione Papa Giovanni XXIII, vissuta con la sua famiglia nella nostra parrocchia.

link utili

SANT'AGOSTINO

parrocchia di zona pastorale

Avvisi precedenti:

IL PROSSIMO APPUNTAMENTO DELLA COMUNITA':

GIOVEDI' 4 AGOSTO ALLE 20 LA CENA COMUNITARIA NEL PIAZZALE DELLA CASA PARROCCHIALE.
          Si può partecipare liberamente portando da mangiare e mettendolo in comune o, come proponiamo soprattutto ai ragazzi, ordinando la pizza da asporto (chi desidera può ordinarla personalmente oppure rivolgersi a don Roberto o alle catechiste per ordinarla insieme).

"UN LUOGO DOVE PORRE DOMANDE"

Mercoledì 13 luglio cena comunitaria a San Girolamo con la presenza dei ragazzi partecipanti al Campeggio delle Medie della nostra Parrocchia a Folgaria (TN) e di tanti loro genitori, assieme ad altri amici della Comunità. Dopo cena il video con le immagini e il racconto dell'esperienza vissuta in montagna. Interviene, oltre alle catechiste, anche Massi, babbo di due ragazzi partecipanti, anche lui presente a Folgaria come lo scorso anno. E' provocato da un amico che, commentando i suoi post su Instagram, in cui comunicava l'esperienza del campo, aveva scritto: "Ma tu che cosa c'entri in campeggio col prete?". Racconta dell'entusiasmo dei ragazzi, dello stupore per una provocazione sulla vita che arrivava all'improvviso condividendo un'avventura di cui poteva far parte senza essere un "chiesarolo", nel desiderio di "giocarci tutte le carte per una vita vera", grato per la scoperta di "un luogo dove porre domande".

Solo un "luogo dove porre domande", ossia dove la nostra umanità è accolta nelle sue esigenze più vere può essere attraente per noi e per gli amici e le amiche con cui condividiamo l'avventura della vita. Ce lo hanno testimoniato quella sera stessa Rosanna e Pietro, che hanno voluto fare un brindisi festeggiando i loro 50 anni di Matrimonio, celebrati in Chiesa alcuni giorni fa, assieme alla Comunità parrocchiale: un gesto semplice che rivela un'appartenenza profonda, a un luogo in cui tutto della nostra vita è abbracciato. Le torte squisite di Cristina rendono speciale anche una cena semplice... il cammino prosegue aperto a tutti.







PAPA FRANCESCO: IL VIAGGIO IN CANADA E NOI


          Anche oggi esiste la tentazione di manifestare Gesù con la potenza e l’influenza dell’istituzione e delle sue strutture, con l’apparenza di progetti che crediamo di far funzionare “senza Dio, con le sole forze umane”. La via che invece ha proposto il Papa è quella di “non decidere per gli altri, non incasellare tutti all’interno di schemi prestabiliti, ma mettersi davanti al Crocifisso e davanti al fratello per imparare a camminare insieme”. È il volto di una Chiesa che cerca di aderire sempre più al Vangelo e che non ha un insieme di idee e precetti da inculcare alla gente ma sa essere casa accogliente per tutti testimoniando Gesù “come Egli desidera, nella libertà e nella carità”. Evangelizzare in un tempo segnato dal secolarismo e dall’indifferenza, ci ricorda Francesco, significa proporre il primo annuncio. Perché la gioia della fede non si comunica “presentando aspetti secondari a chi non ha ancora abbracciato il Signore nella vita, oppure soltanto ripetendo alcune pratiche o replicando le forme pastorali del passato”. Occorre trovare vie nuove, occasioni di ascolto, di dialogo e di incontro, lasciando spazio a Dio e alla sua iniziativa, non al nostro protagonismo. E ritornare così “all’essenzialità e all’entusiasmo degli Atti degli Apostoli” (Editoriale de L'Osservatore Romano).


  

  

  

papa Francesco: precedenti inserti

“Grazie Gesù: mi ami e mi perdoni sempre, anche quando faccio fatica ad amarmi e perdonarmi”

 

 





  

© Copyright san Girolamo