PARROCCHIA  DI   SAN GIROLAMo

DIOCESI DI RIMINI








ultimo aggiornamento:  27 novembre 2020

NON CI SALVERÀ IL MORALISMO MA LA CARITÀ

         Davvero uno degli errori più antichi e sempre ricorrenti nella storia della Chiesa è il pelagianesimo, in definitiva un cristianesimo senza Grazia, la fede ridotta a un moralismo, a un titanico e fallimentare sforzo di volontà. Giustamente Agostino — così consapevole della ferita strutturale che ogni anima si porta dentro — avversò con tutte le forze l’errore di Pelagio.

Il cristianesimo infatti non ha trasformato il mondo antico con tattiche mondane o volontarismi etici ma unicamente con la potenza dello Spirito di Gesù risorto. Tutto il fiume di opere di carità piccole o grandi, una corrente di solidarietà che da duemila anni attraversa la storia, ha questa unica sorgente. La carità nasce da una commozione, da uno stupore, da una Grazia.

Leggi il testo integrale pubblicato, in seguito, anche da L'Osservatore Romano (24.11.2020):

Cambia la forma ma non la sostanza della


24° GIORNATA NAZIONALE DELLA COLLETTA ALIMENTARE:

QUEST’ANNO LA SPESA SI FA CON LE CARD


          L’iniziativa storica del Banco Alimentare vedrà quest’anno una Colletta “dematerializzata”: dal 21 novembre all’8 dicembre saranno disponibili alle casse dei supermercati delle card da 2, 5 e 10 euro che verranno convertite in prodotti alimentari per tante persone in difficoltà.

Sarà possibile partecipare alla Colletta anche online su Amazon.it, Esselungaacasa.it e Mygiftcard.it.

Ecco le parole del Papa che ci ricordano il senso del gesto: “Da una crisi si esce o migliori o peggiori, dobbiamo scegliere. E la solidarietà è una strada per uscire dalla crisi migliori” (Papa Francesco - Udienza del 2/9/2020).

Scopri e proponi la Colletta a tutti gli amici e conoscenti: https://www.collettaalimentare.it/

Scopri e fa conoscere a tutti i punti vendita aderenti a #Colletta20 in tutta Italia e nella provincia di Rimini: https://www.collettaalimentare.it/punti-vendita

oppure consulta l'elenco degli alimentari in provincia di Rimini

Guarda e diffondi il video esplicativo:
Guarda e diffondi il video del comico Paolo Cevoli, uno dei testimonial della Colletta:

le   notizie pubblicate precedentemente

UN TEMPO DI DISCERNIMENTO SPIRITUALE E PASTORALE

Leggi il testo di una traccia di riflessione proposta dalla nostra Diocesi sul nostro compito nel tempo drammatico che stiamo vivendo (vedi allegato)

«MA DOVE SARESTI, SE NON TI AVESSI RACCOLTO IO QUELLA VOLTA?»

Don Roberto ricorda don Giorgio Dell'Ospedale, morto per Covid il 31 ottobre:

Ricominciare dallo stupore per un germoglio nuovo

Interventi di Erika e don Roberto all’Assemblea diocesana del 30 ottobre 2020

papa francesco:

È DIO CHE FA LA CHIESA, NON IL CLAMORE DELLE OPERE

«È Dio che fa la Chiesa, non il clamore delle opere. La Chiesa non è un mercato; la Chiesa non è un gruppo di imprenditori che vanno avanti con questa impresa nuova. La Chiesa è opera dello Spirito Santo [...] A volte, sento una grande tristezza quando vedo qualche comunità che, con buona volontà, sbaglia la strada perché pensa di fare la Chiesa in raduni, come se fosse un partito politico: la maggioranza, la minoranza, cosa pensa questo, quello, l’altro… “Questo è come un Sinodo, una strada sinodale che noi dobbiamo fare”. Io mi domando: dov’è lo Spirito Santo, lì? Dov’è la preghiera? Dov’è l’amore comunitario? Dov’è l’Eucaristia? Senza queste quattro coordinate, la Chiesa diventa una società umana, un partito politico – maggioranza, minoranza – i cambiamenti si fanno come se fosse una ditta, per maggioranza o minoranza… Ma non c’è lo Spirito Santo. [...] Domandiamoci se ci sono queste quattro coordinate: la vita comunitaria, la preghiera, l’Eucaristia…[la predicazione], come si sviluppa la vita in queste quattro coordinate. Se manca questo, manca lo Spirito, e se manca lo Spirito noi saremo una bella associazione umanitaria, di beneficienza, bene, bene, anche un partito, diciamo così, ecclesiale, ma non c’è la Chiesa. E per questo la Chiesa non può crescere per queste cose: cresce non per proselitismo, come qualsiasi ditta, cresce per attrazione. E chi muove l’attrazione? Lo Spirito Santo». 

LA CULTURA DELL'INCONTRO

Durante questi mesi avete […] vissuto la tanto necessaria cultura dell’incontro, che è l’opposto della cultura dello scarto, che è alla moda. E questa cultura dell’incontro permette a molte voci di stare intorno a uno stesso tavolo per dialogare, pensare, discutere e creare, secondo una prospettiva poliedrica, le diverse dimensioni e risposte ai problemi globali che riguardano i nostri popoli e le nostre democrazie. Com’è difficile progredire verso soluzioni reali quando si è screditato, calunniato e decontestualizzato l’interlocutore che non la pensa come noi! […] Non dimentichiamo mai che «il tutto è più delle parti, ed è anche più della loro semplice somma», e che «la mera somma degli interessi individuali non è in grado di generare un mondo migliore per tutta l’umanità».

PAPA FRANCESCO: PRECEDENTI INSERTI

papa francesco: LA SOLA OSSERVANZA DELLE REGOLE, SENZA IL RISCHIO DI CHI SPENDE LA VITA, CONDUCE IL CRISTIANO ALLA MUMMIFICAZIONE DELL'ANIMA

15 novembre 2020 - IV Giornata mondiale per i poveri

papa francesco:LA RISURREZIONE NON È UN MIRAGGIO MA UN EVENTO GIÀ PRESENTE

 

 

venerabile SANDRA SABATTINI: "io scelgo te, signore, e basta!"

(n.19.08.1961 - m.02.05.1984) - Giovane ragazza dell'Associazione Papa Giovanni XXIII, vissuta con la sua famiglia nella nostra parrocchia.

link utili


PER SUGGERIMENTI, O CORREZIONI; OPPURE SE DESIDERI CONSULTARE ASPETTI DI VITA PARROCCHIALE CHE ATTUALMENTE NON SONO PUBBLICATI,   SCRIVI A :   sangirolamo.oratorio@gmail.com

  

© Copyright san Girolamo